IRON: FUORI DAL BOX... ADDIO "TICCHIO D'APPOGGIO"



Risultati immagini per caballo blancoSi chiama Iron, ha 6 anni e soffre di "ticchio di appoggio" da 2 anni. Negli ultimi mesi è stato visitato per una colica.


Iron vive in box e ogni giorno viene tenuto in paddock per 2 ore circa per fare esercizi.
Sono intervenuta per risolvere il suo "vizio" il Ticchio d'Appoggio, anche se, solitamente non tratto cavalli scuderizzati. 
Scesa a patti con il proprietario di Iron: se il cavallo smetterà di ticchiare, verrà tenuto all'aperto e non più in box!!! 

Una stretta di mano e si inizia a lavorare!

Valutiamo insieme i problemi di Iron: il cavallo è spaventato dalle persone quando si trova in box, arriva addirittura a mordere il proprietario e ticchia in modo continuo soprattutto quando si sente osservato o sta per arrivare il cibo.

Scegliamo i Fiori di Bach adatti ad Iron e incominciamo la somministrazione del giorno seguente: 
4 volte al giorno in un bocconcino di cibo.

Dopo 3 settimane torno a incontrare Iron, il cavallo risulta più attento e cognitivo, si lascia avvicinare anche se ancora preoccupato ma il ticchio d'appoggio sembra scomparso anzi ci guarda e torna a mangiare sereno.
Decidiamo di continuare per rendere definitivo il cambiamento e rassicurare Iron anche per le sue ansie.
La ragazza che si occupa di lui, nei momenti di assenza del proprietario, riferisce che è più tranquillo, si lascia spazzolare senza protestare. 

Dopo 3 mesi di somministrazione dei Fiori di Bach (ogni mese adattati ai cambiamenti) ed Iron rotola felice nel suo paddock nuovo all'aria aperta!!!


Grazie Dr. Bach!!!


Debora Carniato BFRAP
Unica consulente Certificata in Fiori di Bach per Animali in Piemonte - Liguria - Val d'Aosta
Consulente nella relazione Uomo/Animale con approccio zooantropologico cognitivo
Naturopatia (Umani)
Boscoterapia

progetto.almalotus@gmail.com
cell. 3477191137

(si effettuano anche consulenze a distanza)

ROCKY: CAVALLO IN RINASCITA.......ADDIO "BALLO DELL'ORSO"



CAVALLO GUARISCE DAL "VIZIO" DEL "BALLO DELL'ORSO". 
CON I FIORI DI BACH E' POSSIBILE!

Voglio raccontarvi la storia di Rocky, uno dei tanti cavalli dichiarati incurabili perché presentava un "tic" (così chiamato in ambito equestre) definito "ballo dell'orso"
Durante questa stereotipia, l'equide manifesta il suo disagio ciondolando la testa e/o dondolando sugli arti anteriori

Rocky presentava anche problemi intestinali che causavano evidente diminuzione del peso corporeo, ed il pelo compariva opaco spesso con desquamazione della cute.

Luisa, la sua compagna umana, preoccupata del suo amatissimo Rocky, dopo aver contattato alcuni specialisti senza alcun risultato, decide di provare con i Fiori di Bach


Vengo contattata, mi spiega il problema e riceve da me una risposta affermativa: 
"si, i Fiori di Bach sono in grado di risolvere questi disagi emotivo/comportamentali!"

Raggiungo quindi il luogo in cui viene detenuto Rocky per conoscerlo, per osservarlo e per valutare anche l'ambiente in cui vive. Dopo un'attenta analisi e dopo aver potuto assistere alle manifestazioni di disagio del cavallo, programmiamo il percorso per i trattamenti con i Fiori di Bach. 
Decidiamo di considerare un minimo di 3 mesi (sempre da me consigliati) per poter ottenere dei risultati considerevoli e duraturi

Preparo la sinergia floreale inserendo alcuni Fiori di Bach adatti alla personalità di Rocky, il suo passato, considerando il modo in cui si verifica il disagio e gli atteggiamenti con cui reagisce. 
I Fiori di Bach verranno somministrati 4 volte al giorno e la sinergia (botticino con i rimedi scelti) verrà modificata a cicli di poco più di 3 settimane accompagnando ogni piccolo cambiamento che valuteremo ogni volta in Rocky. 

Con molto stupore di tutti, Rocky smette di "ballare" dopo soli 10 giorni!!!!

Proseguiamo e piano piano Rocky riacquista anche peso, il suo pelo è evidentemente migliorato, la sua postura più fiera (testa alta e vigore corporeo). Luisa è incredula e felice. 

Il suo amato Rocky appare ringiovanito e.....rinato!!!

Con immensa emozione leggo il post di Luisa su Facebook in cui scrive: 

Enorme soddisfazione per i risultati di Rocky con la cura dei fiori di Bach! 
Il suo problema, anche se si parlava di tic nervoso cronico, non c'è più!!! 
Lui sta meglio, il pelo è molto migliorato, è più lucido ed anche l'intestino ha avuto beneficio! 
Grazie di cuore Debora! E grazie al Dr. Bach.

E non mi resta che ringraziare Luisa per avermi dato fiducia, Rocky per essere stato meraviglioso e, naturalmente, il Dr. Bach per averci donato questi eccezionali rimedi. 



Debora Carniato BFRAP
Unica consulente Certificata in Fiori di Bach per Animali in Piemonte - Liguria - Val d'Aosta
Consulente nella relazione Uomo/Animale con approccio zooantropologico cognitivo
Naturopatia (Umani)
Boscoterapia

progetto.almalotus@gmail.com
cell. 3477191137

(si effettuano anche consulenze a distanza)

CHINO: AGGRESSIVO.... DA PAURA

L'immagine può contenere: cane e spazio all'aperto

Un cane adottato in canile. Inizialmente, come tutti i cani, felice e disorientato ha intrapreso la nuova vita famigliare manifestando qualche cenno di disagio ma nulla di preoccupante.

Con il passare del tempo Chino manifesta sempre più il suo disagio interno scegliendo di reagire nel modo più difficile da gestire: l'aggressività. 
Chino sembra non gradire l'incontro con gli umani ed aumenta la sua reattività fino a rendere difficile anche la passeggiata sotto casa. Chino vive con la sua famiglia umana in una zona molto frequentata ed è costretto ad incontrare persone, molti rumori lo preoccupano. I suoi compagni umani fanno di tutto per poterlo aiutare, gite fuori città, consultano alcuni professionisti...ma Chino non sembra migliorare.
L'immagine può contenere: cane

A Simona viene consigliato di consultare una professionista in Fiori di Bach per Animali e quindi, essendo l'unica Certificata in Liguria, vengo contattata e iniziamo il percorso.
Chino è davvero scontroso, ringhia e non lascia avvicinare ma non demordiamo.
Chiedo a Simona, durante il percorso con i Fiori di Bach, di affiancare l'intervento di Valentina che con le sue conoscenze in campo cinofilo aiuta Chino anche a livello pratico.

Chino migliora lentamente ma riusciamo, con il tempo, ad ottenere grandi risultati.
Simona alterna momenti di ottimismo a momenti di stanchezza e scoraggiamento quindi decide di assumere anche lei dei Fiori di Bach scelti ad hoc per affrontare i vari passaggi con più forza.

Spesso, alcuni cani scelgo l'aggressività per nascondere la paura che li tormenta. L'aggressività serve loro per tenere distante il pericolo. 


Queste le parole con cui Simona descrive il percorso intrapreso con CHINO e i FIORI DI BACH:

  "Sei arrivato nella mia vita in punta di piedi, ma quando sei entrato in casa, dopo l'ennesimo cambiamento nella tua esistenza (fatta solo di abbandoni, vagabondaggi, solitudine e canile) ti sei lasciato sopraffare dalle emozioni, soprattutto dalla paura per tutto. Ho cercato di compensare con i pochi mezzi a disposizione ma ho preferito non fare ulteriori danni e mi sono lasciata consigliare da alcuni amici e sono arrivata a conoscere 2 splendide persone Debora e Valentina, che hanno saputo accompagnarti a quello che sei ora: uno splendido cane con una capa tosta, che piano piano affronta le novità e soprattutto hai fatto entrare nella tua vita nuove persone e cani.....questo lungo percorso ci ha uniti ancora di più, spesso la paura ci ha avvolto entrambi ma piano piano i Fiori di Bach ci hanno aiutato, a te in un modo a me in un altro, e ci siamo rialzati"

L'immagine può contenere: cane, spazio all'aperto, acqua e natura

Ringrazio Simona e il suo compagno per la pazienza e la determinazione con cui hanno sostenuto Chino ed hanno creduto fermamente nell'efficacia dei Fiori di Bach, per aver riposto in me fiducia.
Ringrazio Chino perché, nonostante le sue difficoltà, è un cane meraviglioso e dolcissimo con chi ama.
Ringrazio Valentina per la collaborazione fondamentale per la buona riuscita del percorso.




Debora Carniato BFRAP
Unica consulente Certificata in Fiori di Bach per Animali in Piemonte - Liguria - Val d'Aosta
Consulente nella relazione Uomo/Animale con approccio zooantropologico cognitivo
Naturopata (Umani)
Boscoterapeuta

progetto.almalotus@gmail.com
cell. 3477191137

(si effettuano anche consulenze a distanza)

BELLA: "Scavavo e distruggevo per tentare di placare il mio tormento"



Su consiglio di un operatore del Canile della Lega del Cane di Caluso, vengo contattata da Anna Maria che mi chiede informazioni sui Fiori di Bach per animali e decide di intraprendere il percorso. 
Le spiego che è necessario prevedere un periodo minimo di trattamento, con i rimedi floreali, di almeno 3 mesi in cui ci incontremo con cadenza mensile per valutare i cambiamenti e modificare la sinergia floreale secondo l'esigenza.

Perché scavava e distruggeva? 
La risposta è nel suo passato di abbandoni, separazioni e rifiuti continui. 
Bella aveva trovato come sfogare la sua angoscia, il suo tormento, la sua tristezza....distruggendo.
Nella solitudine notturna, principalmente, usciva e sfogava la sua emotività.

Spesso tali comportamenti vengono interpretati erroneamente come "dispetti" ma  Anna Maria,  ha compreso che qualcosa tormentava Bella ed ha chiesto aiuto.

Ringrazio, anche questa volta, il Dr. Edward Bach per averci lasciato in dono questi meravigli rimedi. 

A fine trattamento, Anna Maria decide di raccontare sul web il suo incontro con i Fiori di Bach e la storia di Bella. 

A voi la lettura........


       
   



cell. 347.7191137

Unica BFRAP (Bach Foundation Registered Animal Pratictioner) 
 in PIEMONTE - LIGURA - VAL D'AOSTA


FIORI DI BACH PER ANIMALI: LA CONVIVENZA TRA CANE E GATTO ATTRAVERSO L'ESPERIENZA DI KENZO

Dopo essere stata contattata da una signora della provincia di Verona, la quale mi chiedeva aiuto per ripristinare la serenità dei gatti con cui convive, resa instabile in seguito all'ingresso in famiglia di un cane.

il gatto Kenzo ed il cane, serenamente sdraiati vicini
In casa convivevano il gatto Kenzo con le due gatte Cherie ed Aisha. Lui con un carattere forte e sicuro di sè, Cherie più timida ed Aisha un po' più solitaria. Fino a quel momento i tre gatti erano sereni e liberi di gironzolare per casa e fuori casa, nel giardino.

L'arrivo del cane ha scombussolato la pace in famiglia, quindi la signora aveva deciso di porre un ostacolo, tramite un cancelletto sulla porta di accesso alle scale, per evitare l'insorgere di diatribe pericolose. Questo però ha creato dei territori delimitati e non ha permesso un tentativo di approccio tra le specie, inducendo i gatti a scegliere il piano rialzato e non scendere più neppure per raggiungere il giardino.

Vista la lontananza ( Piemonte, Liguria e Val d'Aosta le regioni da me raggiunte), valutiamo la situazione e decidiamo di svolgere le consulenze a distanza, facilitate dall'invio di molti filmati da parte della proprietaria degli animali coinvolti ed, ogni volta, oggetto di confronto a voce tramite skype e telefono.
Ogni mese viene riformulata la sinergia floreale accompagnando i cambiamenti avvenuti negli stati d'animo dell'animale fino a raggiungimento del risultato richiesto.
In questo caso: ristabilire la serenità nelle relazioni tra cani, gatti e umani.


Il percorso con i Fiori di Bach (e con l'approccio cognitivo zooantropologico) è durato
3 MESI.


Vi propongo la storia di Kenzo raccontata direttamente dalla proprietaria:

"Kenzo, gatto maschio, ha vissuto fino all' arrivo del nostro cane, come capo dei mici sia in casa che fuori con i gatti del vicinato. Con l'arrivo del cane si è spavento molto fino a non scendere più dal primo piano, dove viveva insieme a Cherie, una giovane gatta paurosa.
Dopo 4 mesi gli è stata riscontrata dal veterinario una cistite da stress, proprio perché non aveva più il suo territorio a disposizione.
La cura della cistite si è protratta per parecchie settimane e, ad un certo punto, Kenzo ha cominciato a scendere dal primo piano.
Contemporaneamente abbiamo cominciato con i Fiori di Bach per dargli tutto il sostegno emotivo a riprendere la sua vita di prima che arrivasse il cane.

Tensioni e cancelletto


Dopo il consiglio di Debora Carniato BFRAP (consulente in Fiori di Bach per animali e nelle relazione Uomo/Animale), abbiamo cambiato anche un po' l'arredamento ed arricchito l'ambiente in cui vivevano i gatti, in modo che potessero rifugiarsi più in alto per stare tranquilli durante il girovagare del cane.

Prima di iniziare il trattamento con i Fiori di Bach, avevano una stanza a disposizione con cancelletto dove potevano entrare/uscire solo i gatti ma non il cane.
Solo che, come fatto notare da Debora Carniato, in quel modo i gatti non potevano abituarsi alla presenza del cane. Adesso, invece, possono girare tutti liberi a piacere.
Già dopo un mese di assunzione dei Fiori di Bach, Kenzo è ritornato a girare tranquillamente per casa anche in presenza del cane ed, in seguito, ha anche ricominciato ad uscire nel prato.
Trascorso qualche mese, è accaduto un piccolo trauma, in seguito all'incontro con i cani dei vicini che, spaventandolo, gli ha causato una ricaduta della cistite ma, anche in questo caso, con l'aiuto dei Fiori di Bach, si è ristabilito velocemente.
Dopo due mesi di trattamento, il gatto gira tranquillamente in casa e fuori con la presenza del cane ed ha ripreso la sua vita di prima.



Visti i risultati ottenuti con Kenzo, abbiamo deciso di aiutare anche Cherie, gatta molto paurosa, e che quindi non riesce a convivere con il cane e con gli altri gatti in armonia. 

Ecco gli aggiornamenti di Cherie dopo pochi giorni di assunzione del Fiori di Bach:
mentre il cane era nel interrato (il suo nuovo posto preferito...), Cherie è uscita di nuovo ed è rimasta nel giardino un bel po' insieme a Kenzo a giocare.
Poi un momento molto interessante che purtroppo non sono riuscita a filmare...Cherie si era avventurata appena fuori dal cancello del giardino ( come faceva prima che arrivasse il cane), a questo punto è arrivato il cane e si è agitato un po' perché non era una situazione che conosce- la Cherie che va avanti e dietro dal cancello. È arrivato subito Kenzo a prendere la difesa della gatta e l'ha accompagnata in casa.😂.
Per noi era molto buffa ad osservare questa situazione ma anche molto molto interessante."



Cherie e Aisha in giardino



Debora Carniato BFRAP
Consulente in Fiori di Bach per Umani ed Animali
Iscritta al registro internazionale Bach Foundation
(unica in PIEMONTE-LIGURIA-VAL D'AOSTA) 

Consulente nella relazione Uomo/Animale
con approccio Cognitivo Zooantropologico

Operatrice in Attività Assistita con Asini e guida ambientale someggiata

Per Umani: Naturopatia, Fiori di Bach, Fiori Australiani, Boscoterapia

progetto.almalotus@gmail.com 
cell.  347.7191137

Consulenze in loco ed a distanza (skype, cellulare)





"Fiori di Bach in Canile": OMBRA ......ora posso guardarti negli occhi e vedere chi sei!


Come promesso a chi a donato per Natale 2017, ad Ombra, 
ospite del Canile Monte Contessa di Genova,  
"3 mesi di Fiori di Bach",
è arrivato il momento di raccontare com'è andato il percorso 
ed i risultati ottenuti. 


Intanto, per chi non lo conosce, iniziamo con la storia di questo cane magnifico:

Ombra nasce nel 2014, viene trovato all'età di 2 anni circa in strada, ferito, spaventato e visibilmente maltrattato. Ci sono voluti 5 lunghi mesi per poterlo avvicinare e per poterlo aiutare. La persona che è riuscita a soccorrerlo, dopo le cure, ha dovuto consegnarlo al canile Monte Contessa ma è rimasta al suo fianco come volontaria. 

Dal mio primo incontro con Ombra effettuato in data 13 gennaio 2018 sono emerse queste considerazioni:
Con le persone diffidente, direziona l'attenzione su altro mostrando quasi indifferenza nel momento in cui, l'esperienza che sta vivendo, altera il suo stato emotivo.
Non cerca il contatto ed evita lo sguardo. 
Quando lo stress sale, tende a "montare" le persone presenti. 
Non esprime il suo stato d'animo in varie situazioni, accumulando tensioni che scarica su alcuni oggetti nel box e nella cuccia.
All'esterno
del canile (bosco) interesse solo per le pipì lasciate da altri cani, disinteresse per odori e altro.
In presenza di femmine, la carica ormonale aumenta fino a perdere la capacità di gestire le sue reazioni. Quando la femmina lascia il luogo dell'incontro, Ombra continua a tremare ed essere visibilmente alterato. Anche in presenza di cani maschi si altera e successivamente presenta una respirazione affannata. 
Rigidità
corporea di fronte a ciò che in passato ha causato traumi (oggetti e persone).

Prepariamo la prima SINERGIA DI FIORI DI BACH ed iniziamo a somministrare ad Ombra ogni giorno le gocce. 

Qui di seguito le comunicazioni riportate dai referenti presso il canile durante il percorso: 

in data 20/01/18: 
Quando sono arrivato era esaltatissimo e questo è abbastanza nella norma ma mi ha colpito il fatto che avesse bisogno del contatto (mi ha strisciato il muso addosso cercandolo) ma successivamente era un " vorrei ma non riesco"
Fuori, all'andata, era molto concentrato sugli odori di tutti i generi e meno su di me
Abbiamo fatto lunga passeggiata incontrando tanti ciclisti poi ne abbiamo incontrati 3 che ci hanno quasi accerchiato e lui nonostante ne fosse intimorito ha mangiato dalle loro mani.
Con le femmine che abbiamo incontrato era sempre molto attivo ma mai si è fatto prendere dal cambio di respiro, ma quando siamo arrivati in gabbia si è messo a montarmi.

in data 04/02/18
oggi ho visto ombra r x quanto diverso da ieri, credo che le cagnette in calori gli facciano assumere attegiamenti scostanti.
Oggi voleva incontrare piacevolmente tutti i cani ma allo stesso tempo risulta troppo insistente.
Poi spesso tentava di montare anche persone non conosciute. Diciamo che la parte ormonale influisce molto sul suo atteggiamento. Non ho notato comunque respirazione differente.

07/02/18  secondo incontro tra me ed Ombra e preparazione della nuova SINERGIA DI FIORI DI BACH modificata e adattata ai cambiamenti avvenuti

...scopriamo il mondo là fuori..oltre le pipì

in data 12/02/18
Sabato ho portato ombra a fare giretto con i nuovi volontari del corso...in sgambatoia si è avvicinato a tutti ma poi ho dovuto farli uscire in buona parte perché cercava di montarli.
Ieri dopo il corso sono uscita io sola con lui ed ad un certo punto al ritorno era proprio completamente perso e la sua respirazione affannata. Mi sono dovuta fermare costringendolo per cercare di calmarlo.
Poi mi ha scritto una volontaria che lo ha portato ieri pomeriggio e che lei è stata montata in passeggiata. Cosa positiva che era con il suo compagno che non ha mai visto (solo una volta) ed si è avvicinato facendosi portare al guinzaglio anche da lui.
Questi suoi ormoni lo fanno sbarellare...e con tutte le cagne on calore

in data 24/02/18
Accoglienza e passeggiata ok, come le ultime volte, al rientro In sgambatoia tante feste a una cagnolona probabilmente prossima al calore ma senza mai eccedere, si è fatto portare via senza eccessive proteste, e poi, in gabbia, coccole con piacere, non so se proprio felice, ma più sereno sì.

in data 05/03/18
oggi l'ho trovato più calmo rispetto alla volta precedente, in passeggiata abbiamo incontrato un operaio con elmetto e picozza ma lui non si è fatto intimidire e si è lasciato accarezzare, al ritorno a parte incroci con altri cani superati più o meno bene come al solito, stessa cagnolina in calore in sgambatoia, ma stavolta si è lasciato portare via senza esagerare, con me si è comportato bene salvo sminuzzare la copertina appena messa nella cuccia ancora prima che mi allontanassi


09.03.18 terzo incontro tra me ed Ombra e preparazione della nuova SINERGIA DI FIORI DI BACH modificata e adattata ai cambiamenti avvenuti


Lo sguardo odierno di Ombra.....profondo e pieno d'amore.
21/03/18
Finalmente sono riuscita a tornare da Ombra e, udite udite, ho trovato le stesse coperte di settimana scorsa, intatte! Lui dolce come sempre, abbiamo camminato per 2 ore senza nessuna ribellione e poi in gabbia molto rilassato a prendere coccole, c è stato anche un incontro con un maschietto giovane, li abbiamo lasciati avvicinare e Ombra e' rimasto scodinzolante e per nulla aggressivo.



04.04.18 Ombra già da giorni ha sospeso  l'assunzione dei Fiori di Bach perchè i risultati sono più che sufficienti. L'informazione che circola nelle sue cellule è ormai consolidata, gli stati d'animo riequilibrati resteranno tali (a meno ché viva situazioni in grado di destabilizzarlo nuovamente). 

Ho effettuato comunque un incontro per vedere con i miei occhi Ombra e lui mi ha premiata chiedendo contatto e carezze, guardandomi negli occhi come solo lui sa ormai fare, in profondità e senza timore. Durante la passeggiata era rilassato, il suo corpo non più rigido. Soste spontanee per chiedere attenzioni e carezze. Nessun accenno di "monta" verso le persone. Nessun affanno nè con le cagnette nè con i cani maschi, addirittura, un cane abbaiava verso di lui con aggressività...Ombra ha abbaiato ma poi si è allontanato incurante. Ritornato in gabbia, pancia all'aria e coccole come non mai!!!  

Ovviamente l'emozione è stata intensa. Vedere ritornare fierezza, consapevolezza e dignità in un cane così meraviglioso è gratificante e commovente. 


GRAZIE OMBRA!!!  CHI TI AVRA' CON SE' IN FAMIGLIA SARA' MOLTO FORTUNATO/A......UN COMPAGNO PERFETTO CON CUI RELAZIONARSI ALLA PARI, CON CUI CONDIVIDERE EMOZIONI ED ESPERIENZE. 

RINGRAZIO SILVANA CHE CON LA SUA PACATEZZA E IL SUO AMORE HA CONQUISTATO OMBRA E L'HA CONTINUATO AD AFFIANCARE NEL SUO PERCORSO. 

RINGRAZIO ELEONORA CHE CON LA SUA PROFESSIONALITA'  E COMPETENZA IN AMBITO ZOOANTROPOLOGICO COGNITIVO HA AFFIANCATO IL MIO INTERVENTO CON I FIORI DI BACH E PERMESSO CHE IL LAVORO "DI SQUADRA"  RENDESSE PIU' RAPIDO IL RAGGIUNGIMENTO DELL'OBIETTIVO (ahimè, non sempre possibile all'interno di un Canile).


Carniato Debora BFRAP
cell. 3896455441
progetto.almalotus@gmail.com





FIORI DI BACH: KIWI "paura dei rumori, addio!!!"

Voglio raccontarvi la storia di KIWI che, dopo un passato in mano a persone che l'hanno usato e abusato, è stato adottato da una famiglia che ha saputo prendersene cura e che ha deciso di aiutarlo a superare i disagi ancora presenti causati dai traumi subiti.


Ve lo racconto attraverso le parole di Valentina, sua compagna umana:


"Non ho mai creduto ai rimedi naturali, sono sempre stata diffidente, le esperienze passate non mi hanno aiutato ad avvicinarmi a questo tipo di terapia.
Con Kiwi, tutti i miei dubbi e le mie perplessità le ho dovute accantonare. Kiwi è con me da 2 anni e mezzo circa, età indefinita, vari proprietari alle spalle.
La sua vita è stata difficile. In casa con me non trova la serenità che speravo, ha paura del vento che soffia tra le persiane, ogni scricchiolio e cigolio lo fanno andare in tilt. Nulla lo calma.

Arrivo a Debora tramite un passaparola.
Non sapendo più cosa fare con lui, avendo provato ormai varie strade, decido di buttarmi su questa via.
Nel giro di 15 giorni vedo già un grosso cambiamento, non si spaventa per il vento. Pian piano lo vedo cambiare, inizia ad essere più coraggioso, se prima non si scollava dalle mie gambe, ora ha iniziato a staccarsi da me e girare uscendo dal mio raggio visivo, anche lo scricchiolio delle porte non fa più così paura.

Il percorso continua e vedo che un altro comportamento sparisce, leccarsi le zampe.
Io nel mio piccolo ho sempre cercato di fargli fare passeggiate lunghe, anche nei boschi per capire se potevo evitare questo atteggiamento, pensando fosse noia ma i miei tentativi sono andati vani.
I Fiori di Bach e Debora ci hanno aiutato tantissimo, mai l'avrei immaginato ma è stato proprio così.
Kiwi ora è più sereno e indipendente. Vedere il proprio cane affrontare una situazione con uno spirito diverso non ha prezzo!"



E' importante capire quando i nostri compagni a 4 zampe stanno vivendo un disagio emozionale, quando hanno bisogno di essere aiutati e riequilibrati.
I Fiori di Bach servono proprio a questo: riportare in equilibrio gli stati d'animo alterati ed aiutare l'animale a ritrovare se stesso e la propria personalità con fierezza e dignità.

Imparare a riconoscere un disagio implica attenzione, osservazione, empatia e, soprattutto, non sottovalutare atteggiamenti e situazioni che per noi sono normali o poco importanti. Mettersi nei loro panni e rispettare la loro identità di specie è fondamentale per una relazione d'amore e di rispetto.


Debora Carniato BFRAP
Naturopata
Consulente in Fiori di Bach per Animali Certificata dalla Bach Foundation
Consulente nella Relazione Uomo/Animale con Approccio Cognitivo Zooantropologico

cell. 3896455441
progetto.almalotus@gmail.com