"Fiori di Bach in Canile": OMBRA ......ora posso guardarti negli occhi e vedere chi sei!


Come promesso a chi a donato per Natale 2017, ad Ombra, 
ospite del Canile Monte Contessa di Genova,  
"3 mesi di Fiori di Bach",
è arrivato il momento di raccontare com'è andato il percorso 
ed i risultati ottenuti. 


Intanto, per chi non lo conosce, iniziamo con la storia di questo cane magnifico:

Ombra nasce nel 2014, viene trovato all'età di 2 anni circa in strada, ferito, spaventato e visibilmente maltrattato. Ci sono voluti 5 lunghi mesi per poterlo avvicinare e per poterlo aiutare. La persona che è riuscita a soccorrerlo, dopo le cure, ha dovuto consegnarlo al canile Monte Contessa ma è rimasta al suo fianco come volontaria. 

Dal mio primo incontro con Ombra effettuato in data 13 gennaio 2018 sono emerse queste considerazioni:
Con le persone diffidente, direziona l'attenzione su altro mostrando quasi indifferenza nel momento in cui, l'esperienza che sta vivendo, altera il suo stato emotivo.
Non cerca il contatto ed evita lo sguardo. 
Quando lo stress sale, tende a "montare" le persone presenti. 
Non esprime il suo stato d'animo in varie situazioni, accumulando tensioni che scarica su alcuni oggetti nel box e nella cuccia.
All'esterno
del canile (bosco) interesse solo per le pipì lasciate da altri cani, disinteresse per odori e altro.
In presenza di femmine, la carica ormonale aumenta fino a perdere la capacità di gestire le sue reazioni. Quando la femmina lascia il luogo dell'incontro, Ombra continua a tremare ed essere visibilmente alterato. Anche in presenza di cani maschi si altera e successivamente presenta una respirazione affannata. 
Rigidità
corporea di fronte a ciò che in passato ha causato traumi (oggetti e persone).

Prepariamo la prima SINERGIA DI FIORI DI BACH ed iniziamo a somministrare ad Ombra ogni giorno le gocce. 

Qui di seguito le comunicazioni riportate dai referenti presso il canile durante il percorso: 

in data 20/01/18: 
Quando sono arrivato era esaltatissimo e questo è abbastanza nella norma ma mi ha colpito il fatto che avesse bisogno del contatto (mi ha strisciato il muso addosso cercandolo) ma successivamente era un " vorrei ma non riesco"
Fuori, all'andata, era molto concentrato sugli odori di tutti i generi e meno su di me
Abbiamo fatto lunga passeggiata incontrando tanti ciclisti poi ne abbiamo incontrati 3 che ci hanno quasi accerchiato e lui nonostante ne fosse intimorito ha mangiato dalle loro mani.
Con le femmine che abbiamo incontrato era sempre molto attivo ma mai si è fatto prendere dal cambio di respiro, ma quando siamo arrivati in gabbia si è messo a montarmi.

in data 04/02/18
oggi ho visto ombra r x quanto diverso da ieri, credo che le cagnette in calori gli facciano assumere attegiamenti scostanti.
Oggi voleva incontrare piacevolmente tutti i cani ma allo stesso tempo risulta troppo insistente.
Poi spesso tentava di montare anche persone non conosciute. Diciamo che la parte ormonale influisce molto sul suo atteggiamento. Non ho notato comunque respirazione differente.

07/02/18  secondo incontro tra me ed Ombra e preparazione della nuova SINERGIA DI FIORI DI BACH modificata e adattata ai cambiamenti avvenuti

...scopriamo il mondo là fuori..oltre le pipì

in data 12/02/18
Sabato ho portato ombra a fare giretto con i nuovi volontari del corso...in sgambatoia si è avvicinato a tutti ma poi ho dovuto farli uscire in buona parte perché cercava di montarli.
Ieri dopo il corso sono uscita io sola con lui ed ad un certo punto al ritorno era proprio completamente perso e la sua respirazione affannata. Mi sono dovuta fermare costringendolo per cercare di calmarlo.
Poi mi ha scritto una volontaria che lo ha portato ieri pomeriggio e che lei è stata montata in passeggiata. Cosa positiva che era con il suo compagno che non ha mai visto (solo una volta) ed si è avvicinato facendosi portare al guinzaglio anche da lui.
Questi suoi ormoni lo fanno sbarellare...e con tutte le cagne on calore

in data 24/02/18
Accoglienza e passeggiata ok, come le ultime volte, al rientro In sgambatoia tante feste a una cagnolona probabilmente prossima al calore ma senza mai eccedere, si è fatto portare via senza eccessive proteste, e poi, in gabbia, coccole con piacere, non so se proprio felice, ma più sereno sì.

in data 05/03/18
oggi l'ho trovato più calmo rispetto alla volta precedente, in passeggiata abbiamo incontrato un operaio con elmetto e picozza ma lui non si è fatto intimidire e si è lasciato accarezzare, al ritorno a parte incroci con altri cani superati più o meno bene come al solito, stessa cagnolina in calore in sgambatoia, ma stavolta si è lasciato portare via senza esagerare, con me si è comportato bene salvo sminuzzare la copertina appena messa nella cuccia ancora prima che mi allontanassi


09.03.18 terzo incontro tra me ed Ombra e preparazione della nuova SINERGIA DI FIORI DI BACH modificata e adattata ai cambiamenti avvenuti


Lo sguardo odierno di Ombra.....profondo e pieno d'amore.
21/03/18
Finalmente sono riuscita a tornare da Ombra e, udite udite, ho trovato le stesse coperte di settimana scorsa, intatte! Lui dolce come sempre, abbiamo camminato per 2 ore senza nessuna ribellione e poi in gabbia molto rilassato a prendere coccole, c è stato anche un incontro con un maschietto giovane, li abbiamo lasciati avvicinare e Ombra e' rimasto scodinzolante e per nulla aggressivo.



04.04.18 Ombra già da giorni ha sospeso  l'assunzione dei Fiori di Bach perchè i risultati sono più che sufficienti. L'informazione che circola nelle sue cellule è ormai consolidata, gli stati d'animo riequilibrati resteranno tali (a meno ché viva situazioni in grado di destabilizzarlo nuovamente). 

Ho effettuato comunque un incontro per vedere con i miei occhi Ombra e lui mi ha premiata chiedendo contatto e carezze, guardandomi negli occhi come solo lui sa ormai fare, in profondità e senza timore. Durante la passeggiata era rilassato, il suo corpo non più rigido. Soste spontanee per chiedere attenzioni e carezze. Nessun accenno di "monta" verso le persone. Nessun affanno nè con le cagnette nè con i cani maschi, addirittura, un cane abbaiava verso di lui con aggressività...Ombra ha abbaiato ma poi si è allontanato incurante. Ritornato in gabbia, pancia all'aria e coccole come non mai!!!  

Ovviamente l'emozione è stata intensa. Vedere ritornare fierezza, consapevolezza e dignità in un cane così meraviglioso è gratificante e commovente. 


GRAZIE OMBRA!!!  CHI TI AVRA' CON SE' IN FAMIGLIA SARA' MOLTO FORTUNATO/A......UN COMPAGNO PERFETTO CON CUI RELAZIONARSI ALLA PARI, CON CUI CONDIVIDERE EMOZIONI ED ESPERIENZE. 

RINGRAZIO SILVANA CHE CON LA SUA PACATEZZA E IL SUO AMORE HA CONQUISTATO OMBRA E L'HA CONTINUATO AD AFFIANCARE NEL SUO PERCORSO. 

RINGRAZIO ELEONORA CHE CON LA SUA PROFESSIONALITA'  E COMPETENZA IN AMBITO ZOOANTROPOLOGICO COGNITIVO HA AFFIANCATO IL MIO INTERVENTO CON I FIORI DI BACH E PERMESSO CHE IL LAVORO "DI SQUADRA"  RENDESSE PIU' RAPIDO IL RAGGIUNGIMENTO DELL'OBIETTIVO (ahimè, non sempre possibile all'interno di un Canile).


Carniato Debora BFRAP
cell. 3896455441
progetto.almalotus@gmail.com





FIORI DI BACH: KIWI "paura dei rumori, addio!!!"

Voglio raccontarvi la storia di KIWI che, dopo un passato in mano a persone che l'hanno usato e abusato, è stato adottato da una famiglia che ha saputo prendersene cura e che ha deciso di aiutarlo a superare i disagi ancora presenti causati dai traumi subiti.


Ve lo racconto attraverso le parole di Valentina, sua compagna umana:


"Non ho mai creduto ai rimedi naturali, sono sempre stata diffidente, le esperienze passate non mi hanno aiutato ad avvicinarmi a questo tipo di terapia.
Con Kiwi, tutti i miei dubbi e le mie perplessità le ho dovute accantonare. Kiwi è con me da 2 anni e mezzo circa, età indefinita, vari proprietari alle spalle.
La sua vita è stata difficile. In casa con me non trova la serenità che speravo, ha paura del vento che soffia tra le persiane, ogni scricchiolio e cigolio lo fanno andare in tilt. Nulla lo calma.

Arrivo a Debora tramite un passaparola.
Non sapendo più cosa fare con lui, avendo provato ormai varie strade, decido di buttarmi su questa via.
Nel giro di 15 giorni vedo già un grosso cambiamento, non si spaventa per il vento. Pian piano lo vedo cambiare, inizia ad essere più coraggioso, se prima non si scollava dalle mie gambe, ora ha iniziato a staccarsi da me e girare uscendo dal mio raggio visivo, anche lo scricchiolio delle porte non fa più così paura.

Il percorso continua e vedo che un altro comportamento sparisce, leccarsi le zampe.
Io nel mio piccolo ho sempre cercato di fargli fare passeggiate lunghe, anche nei boschi per capire se potevo evitare questo atteggiamento, pensando fosse noia ma i miei tentativi sono andati vani.
I Fiori di Bach e Debora ci hanno aiutato tantissimo, mai l'avrei immaginato ma è stato proprio così.
Kiwi ora è più sereno e indipendente. Vedere il proprio cane affrontare una situazione con uno spirito diverso non ha prezzo!"



E' importante capire quando i nostri compagni a 4 zampe stanno vivendo un disagio emozionale, quando hanno bisogno di essere aiutati e riequilibrati.
I Fiori di Bach servono proprio a questo: riportare in equilibrio gli stati d'animo alterati ed aiutare l'animale a ritrovare se stesso e la propria personalità con fierezza e dignità.

Imparare a riconoscere un disagio implica attenzione, osservazione, empatia e, soprattutto, non sottovalutare atteggiamenti e situazioni che per noi sono normali o poco importanti. Mettersi nei loro panni e rispettare la loro identità di specie è fondamentale per una relazione d'amore e di rispetto.


Debora Carniato BFRAP
Naturopata
Consulente in Fiori di Bach per Animali Certificata dalla Bach Foundation
Consulente nella Relazione Uomo/Animale con Approccio Cognitivo Zooantropologico

cell. 3896455441
progetto.almalotus@gmail.com








CAVALLI e ANSIA DA SEPARAZIONE / ABBANDONO

Ci occupiamo spesso dell'ansia da separazione del cane o del gatto ma dimentichiamo che, anche i cavalli o qualsiasi altro animale, può soffrire l'allontanamento da un membro appartenente al suo nucleo famigliare abituale.

I cavalli sono soliti, come molti altri animali,  ad instaurare legami più profondi con un altro membro della loro specie anche se vivono in branco. L'allontanamento dall'individuo con cui si è stabilito  un legame così intenso, spesso,  può causare disagi emotivi e modificare i comportamenti del cavallo che rimane o in entrambi i cavalli che vivono il processo di separazione.

Molto spesso si sottovalutano le possibili cause di manifestazione dei disagi e si attribuiscono a personalità irrequiete o, addirittura, etichettando il cavallo come "ingestibile", "cattivo", "aggressivo". 


Se il cavallo dovesse manifestare comportamenti insoliti quali:


  • aumento della vocalizzazione (il cavallo che sosta verso l'esterno del paddock e nitrisce rumorosamente)
  • aumento della defecazione 
  • aumento del controllo o vigilanza (tendenza a non bere e/o mangiare quando viene lasciato solo)
  • aumento dell'attività motoria (il cavallo si muove lungo la recinzione continuamente)
  • altri comportamenti inusuali ed agitazione non giustificata

dovremmo chiederci se è avvenuto uno spostamento di un membro del branco o se è deceduto un cavallo facente parte dello stesso nucleo stabile.



Le cause dell'ansia da separazione possono essere molteplici, oltre il distacco (come detto sopra) da un altro membro del branco per cause naturali o per spostamenti, oppure, in casi più gravi, lo svezzamento precoce o improvviso dalla madre. 

Non servirà affiancare un nuovo cavallo o altri membri del branco per placare l'ansia. 
Ricordiamoci che siamo tutti uguali.....vi basterebbe trovare un nuovo essere umano per non soffrire più la mancanza di chi se n'è andato? Non credo!
Anche per gli altri animali è così. 

Inoltre, i cavalli tendono a sentirsi più calmi e sicuri in presenza del proprio compagno. 

Sarebbe meglio prevenire, evitando distacchi traumatici ma, se ormai è accaduto, possiamo aiutare i nostri cavalli a ristabilire un equilibrio emotivo, a ritrovare serenità e calma. 


Come fare?

Attraverso dei percorsi che prevedano la somministrazione dei Fiori di Bach al cavallo, scelti con cura secondo la personalità, il trauma vissuto e le reazioni  (ogni individuo ha reazioni e percezioni differenti di fronte a stesse situazioni di disagio) e coadiuvati da interventi mirati a migliorare il contesto in cui vive. 
Tutto questo servirà per riportare il cavallo alla sua "normalità", al suo equilibrio e benessere.

Si consiglia di contattare un Consulente Esperto e Certificato BFRAP 

I Fiori di Bach non sono medicinali,  sono privi di effetti collaterali e controindicazioni. 





Carniato Debora BFRAP 

(Certificata ed iscritta al Registro Internazionale Bach Centre e Natural Animal Centre )

attualmente unica presente in PIEMONTE-LIGURIA-VAL D'AOSTA,
con approccio cognitivo zooantropologico


Per informazioni o appuntamenti
cell. 389.6455441 oppure progetto.almalotus@gmail.com



FIORI DI BACH IN CANILE : OSCAR ospite del Rifugio Ramondetti a Trofarello (TO)

Oggi parliamo di OSCAR, uno splendido Maremmano che, per un anno, è stato segregato in una stanza, i proprietari non si sono relazionati molto con lui ed anche le poche passeggiate che faceva, erano piene di paure e di ostacoli che, chi lo aveva, non è stato in grado di gestire ed aiutare.

Poi è finito in canile e lì, da subito, si è dimostrato piuttosto diffidente e molto selettivo.


Durante il mio primo incontro con Oscar ho notato che era molto rigido, abbaiava appena vedeva arrivare qualcuno verso la sua gabbia ma, se non "sfidato" o considerato troppo, in breve tempo richiedeva coccole. Dopo pochi minuti ho deciso di aprire la gabbia e farlo uscire in presenza di un operatore del canile che lui conosce bene. 
Oscar esplorava il territorio senza occuparsi di noi, camminando vicino al perimetro delimitato dalle reti e i cancelli, ci osservava senza farsi notare, il suo corpo rigido e il suo sguardo mai direzionato. 
In gabbia con una ragazza dello staff aveva avuto una diatriba causata dalla presenza di un guinzaglio e da quel momento le ringhiava. 

Dopo la somministrazione dei Fiori di Bach per le prime 3 settimane e supportata anche da alcuni consigli relazionali da adottare da parte dello staff che lo seguiva giornalmente, ritornata da Oscar, noto che il suo corpo è più rilassato, gli atteggiamenti più morbidi e meno diffidente. Anche la ragazza dello staff è finalmente riuscita a relazionarsi con Oscar tanto da commuoversi davanti ad una sua apertura. Evviva!

Continuiamo il percorso con i Fiori di Bach come da programma ed ogni giorno Oscar diventa più comunicativo, le sue paure non hanno più motivo di renderlo diffidente, più interessato ai giochi e all'ambiente che lo circonda. Lascia avvicinare alla gabbia anche gente sconosciuta. Finalmente ha superato i suoi timori causati da un trauma da abbandono e da mancata relazione da parte dei precedenti proprietari. 

Oscar ora ha bisogno di una nuova famiglia che abbia voglia e tempo per proseguire il percorso dapprima in canile e poi a casa, qualcuno che sappia rispettare la sua personalità e che gli dedichi le attenzioni che merita. Oscar ha bisogno di scoprire nuove realtà, fare nuove esperienze e rendere leggera la sua vita. 

Venite a conoscere presso il Rifugio Ramondetti di Trofarello (To) questa splendida creatura.....un maremmano grande come è grande il suo cuore!!!!   




Per informazioni sul PROGETTO "Fiori di Bach in canile" :  progetto.almalotus@gmail.com 

per consulenze private in Piemonte, Liguria e Val d'Aosta:  
389.6455441 oppure progetto.almalotus.com




Consulente in Fiori di Bach per Animali 
Certificata e Iscritta al Registro Internazionale del  Bach Centre 
Consulente nella Relazione Uomo/Animale con approccio Cognitivo Zooantropologico
Naturopata
Specializzata in cani, gatti, cavalli, asini. 
Possibilità di intervento anche in specie differenti e animali esotici. 

FIORI DI BACH IN CANILE : NASO ospite del Monte Contessa di Genova

NASO è un pointer, adottato e poi tornato in canile al Monte Contessa di Genova. 
Un bellissimo e dolcissimo cane che ha bisogno di muoversi, di esplorare, di scoprire, di vivere con dignità e fierezza. 

Ho potuto conoscere Naso durante l'organizzazione del mio seminario "Fiori di Bach Zooantropologia Cognitiva" insieme ad altri cani candidati. Naso si è mostrato il più adatto ad essere osservato da molte persone senza che questo creasse disagio ulteriore. 

I partecipanti hanno avuto, quindi, l'occasione di poter fare esperienza degli argomenti trattati osservando e relazionandosi con Naso. 

Naso è apparso molto "assente", l'ambiente circostante risultava troppo ricco di stimoli tanto che creava confusione in lui e sovraccarico. Ogni direzione intrapresa in autonomia non aveva un obiettivo preciso ma, ogni volta Naso cambiava direzione, senza annusare, senza osservare davvero l'ambiente circostante. Si fermava un istante per una carezza e poi, subito via, come se, rimanere fermo, fosse una condizione insostenibile. 
Il suo sguardo era sfuggente e si percepiva il tormento che non gli permetteva di "godere di ogni attimo". La sensazione che sia necessario continuamente fare qualcosa per non perdere nulla ma senza l'esperienza del momento.  Si, insomma, ciò che si suol dire "un'anima in pena"


Dal 23 ottobre 2017 Naso inizia ad intraprendere il percorso con in Fiori di Bach, 4 somministrazioni al giorno, ogni giorno. Dopo poco tempo, gli operatori di riferimento, notano che è più "presente" più incuriosito e che annusa di più. 


La persona che lo conosce meglio e che lo ha visto dopo 1 mese e mezzo di Fiori di Bach mi contatta ed entusiasta mi dice: "è cambiato moltissimo!!! L'ho trovato molto bene, occhio attento, è centrato, centratissimo". 
Naso tira meno al guinzaglio (prima era solo una corsa senza metà), si ferma ad annusare, richiede carezze e gode del momento, guarda negli occhi interessato e con voglia di relazione senza più essere sfuggente. 

I Fiori di Bach se scelti in modo corretto aiutano a portare equilibrio nella vita degli individui, a calmare (in questo caso) quel tormento e quelle paure profonde che non ci permettono di essere presenti durante un'esperienza di vita, durante il piacere di ciò che riceviamo e che facciamo.

Bentornato NASO......il percorso continuerà fino a quando sarai autonomo e stabilmente equilibrato in tutti i TUOI stati d'animo. Sei unico e.....troverai una famiglia pronta ad accoglierti. 



Per informazioni sul PROGETTO "Fiori di Bach in canile" :  progetto.almalotus@gmail.com 

per consulenze private in Piemonte, Liguria e Val d'Aosta:  
389.6455441 oppure progetto.almalotus.com




Consulente in Fiori di Bach per Animali 
Certificata e Iscritta al Registro Internazionale del  Bach Centre 
Consulente nella Relazione Uomo/Animale con approccio Cognitivo Zooantropologico
Naturopata
Specializzata in cani, gatti, cavalli, asini. 
Possibilità di intervento anche in specie differenti e animali esotici. 



Almalotus sezione solo Umani

E' nata una sezione dedicata solo agli Umani.
Naturopatia, Fiori di Bach e Fiori Australiani, Metodo Almalotus e tanto altro.

PASSATE A TROVARMI QUI:

Ecco il link solo per Umani

NUOVO SEMINARIO: SULLE TRACCE DELLE EMOZIONI

Entrare nel mondo delle emozioni, 
saperle riconoscerle, sentirle, viverle e condividerle.........

"Sulle tracce delle Emozioni"
Fiori di Bach e Zooantropologia Cognitiva

Il Seminario Esperienziale per intraprendere un sentiero che ci porterà a fare un salto evolutivo interiore ed a vivere in un modo più etico, più profondo, più autentico.

Ecco le date in programma:

anno 2017

Torino.... in arrivo


anno 2018

3-4 febbraio Roma...in definizione














FIORI DI BACH - CORSO BASE "LIBERA TE STESSO" in 3 giornate dal 19 al 21 maggio 2017



FIORI DI BACH - CORSO BASE
"LIBERA TE STESSO"
in 3 giornate
dal 19 al 21 maggio 2017
Sala Biellese (Bi)



Il corso si svilupperà in 3 giornate (venerdì, sabato, domenica) indicativamente dalle 9,30 alle 17,30, analizzando i 38 Fiori e seguendo i 7 gruppi del dr. Bach.

Aperto a tutti (principianti e professionisti del settore)

Obiettivo del corso:

accompagnare nella formulazione della propria sinergia e rifarlo ogni volta che necessita in totale autonomia.
Non creerà dei terapeuti ma delle persona in grado di riconoscere i propri disagi, ascoltare il proprio corpo e la propria mente, e decidere come migliorare la qualità della propria vita. Inoltre, sarà un corso propedeutico per chi vorrà proseguire la formazione e imparare con il tempo ad aiutare anche altre persone e gli animali di ogni specie.

RELATRICE:
Carniato Debora BFRAP
(Iscritta al Registro Internazionale del Bach Centre in Galles) Naturopata e Consulente in Fiori di Bach per Umani e altri Animali
Consulente in Zooantropologia Cognitiva Didattica e Applicata

Programma:

Introduzione: biografia e filosofia del dr. Edward Bach Presentazione dei 38 Fiori di Bach
Rescue Remedy e Rescue Cream
Preparazione delle Tinture Madre - Metodi di utilizzo
1° gruppo: Paura
2° gruppo: Incertezza
3° gruppo: Mancanza d’interesse nel presente
4° gruppo: Solitudine
5° gruppo: Ipersensibilità a in uenze e idee esterne
6° gruppo: Scoraggiamento e la disperazione
7° gruppo: Preoccupazione eccessiva per il benessere altrui
Esercizi ed esperienze.
Formulazione della prima sinergia di Fiori di Bach personalizzata.

ISCRIZIONI: Entro il 30 aprile 2017

PARTECIPANTI: minimo 8 - max 15

Iscrizioni ed info: 389.6455441 progetto.almalotus@gmail.com

"FIORI DI BACH e ZOOANTROPOLOGIA COGNITIVA" Seminario Esperienziale

ANCORA 4 POSTI LIBERI!!!!

Seminario Esperienziale 
"Fiori di Bach e Zooantropologia Cognitiva"

7 maggio 2017
presso il Rifugio degli Asinelli
a Sala Biellese (Bi)



Dettagli
....per imparare ad andare oltre i protocolli
e comprendere meglio le emozioni che provano gli altri animali.

OBIETTIVO:
conoscere il vero principio di funzionamento dei Fiori di Bach attraverso il metodo originale del Dr. Edward Bach,
comprendere quando sono necessari e riconoscere i disagi emotivi dell'animale.

Si parlerà di Animali di ogni specie: cani, gatti, equidi, volatili, ecc.

Tutto ciò avverrà tenendo conto della soggettività e del contesto.
Inoltre si apprenderà come sentire ciò che ci trasmette l'animale in modo empatico e senza antropomorfizzarlo.
L'approccio cognitivo zooantropologico avrà un ruolo fondamentale durante tutto il Seminario.

Utile anche per i Veterinari, per capire quando richiedere l'intervento del BFRAP durante le cure e di supporto per risvegliare il naturale processo di autoguarigione, per aiutare a risolvere disagi emotivi/comportamentali in modo duraturo;
per chi lavora con gli animali, per una miglior comprensione, per aiutare a recuperare la qualità di vita e il benessere, e per supportare i percorsi atti a migliorare la relazione tra l'Animale ed il compagno Umano o tra Animali che condividono l'ambiente quotidiano.

Seminario aperto a TUTTI coloro che sono motivati dalla voglia di CAMBIAMENTO e da forte ETICA.


Relatrice:
Debora Carniato BFRAP

Naturopata, Consulente in Fiori di Bach e Australiani per Umani Consulente in Fiori di Bach per Animali BFRAP
(Certificata e Iscritta al Registro Internazionale Bach Foundation) Referente in Zooantropologia Didattica
Consulente nella Relazione Uomo/Animale con Approccio Cognitivo Zooantropologico Operatore in Attività Assistita con Asini


Programma:

Fiori di Bach: storia, filosofia ed efficacia.
Zooantropologia Cognitiva: fuori dal mondo convenzionale.

Animali emotivi o emozionali?
Antropocentrismo o relazione?

Relazione, contesto, spazi e qualità delle esperienze condivise e non.
Etogrammi e soggettività.

Quando nasce il disagio e come comprenderlo.
Disagio o aspettative?
I disagi emotivi e comportamentali più comuni ma senza protocolli.

Paura, ansia, aggressività: meno etichette e più empatia.
Uomo / Animale: intervenire sulla relazione e sui disagi di entrambi.

Esercizi pratici (preferibilmente in spazio esterno)

ISCRIZIONI:
Entro il 15 Aprile 2017

PARTECIPANTI: minimo 10 - max 20

Iscrizioni ed info: 389.6455441 progetto.almalotus@gmail.com